Ricerca

Nella presente sezione riporto l’elenco ed una breve descrizione degli argomenti che studio e sui quali svolgo (o vorrei svolgere) attività di ricerca, ed anche, se dal caso attività di collaborazione professionale.

Aree di ricerca:

  • Prestazione energetica degli edifici –  Energy Building Performance

Modellazione del comportamento energetico degli edifici e componenti edilizi, con metodi dinamici , stati e semplificati, normativa statici e speed; calcolo dei sistemi impiantisti ce  da fonti energetiche rinnovabili (Hub energetico), ponti termici, prestazioni termofisiche degli elementi edilizi.

Building Physics – Virtual environmental

link:  IBPSA  – CBE Berkeley – FormFollowPerformance  – DOE Energyplus  | ESP-r – IESVE

  • Comfort e Comfort termico – Comfort and Thermal Comfort

Valutazione del comfort ambientale e degli indici (PMV e PPD) e del comfort termico adattivo. il corpo umano è un sistema aperto che scambia energia con l’ambiente indoor ed outdoor, l’interesse concerne i criteri per valutare il benessere degli ambienti che non riguarda solo il bilancio termico ma anche gli aspetti percettivi e cognitivi.

link:  – CBE Berkeley –  ASHRAE –  Tu Delft P.M. Bluyssen

  • Microclima (IEQ) and Heritage Microclima

Studio del microclima degli ambienti indoor e delle relative variabili ambientali (temperatura, umidità, temperatura radiante) sia per gli edifici di nuova costruzione, per i quali lo studio si concentra sugli effetti per gli utenti Indoor Environemntal Quality (IEQ) e sia per gli edifici storici (Heritage Building) con o senza sistemi impiantistici per valutare gli effetti sul manufatto architettonico ed i beni conservati.

link:  CDC | WBGT | Berkley Lab|  ISAC CNR (D.Camuffo)

  • Termoeconomia (Thermo-economics) – Energy Management and ESCO

Le valutazioni termoeconomiche consentono di valutare la correlazione tra il miglioramento della prestazione o dell’efficienza energetica rispetto ai costi sostenuti per l’intervento e/o i benefici conseguenti all’intervento stesso. Rientra in questo ambito lo studio del Livello Ottimale in Funzione dei Costi previsto dalla Direttiva 2010/31/UE, ma vi sono altri approcci che prendono in considerazioni altri indicatori energetici (exergoeconomia), indicatori economici derivati dall’ingegneria finanziaria, le valutazioni immobiliari ed i contratti a garanzia di risultato (Energy Performance Contract)

link: paper  | FRESH  | ISO 50001:2011 Energy management systems — Requirements with guidance for use

  • Exergia e Low exergy buildings

L’exergia è una unità di misura che esprime “l’energia effettivamente utilizzata durante una trasformazione, è stata introdotta da Zoran Rant nel 1956 (link) e viene utilizzata per la valutazione dei sistemi impiantistici (in particolare cogenerazione) al fine di individuare il dispositivo più efficiente in base alle condizioni di esercizio. In ambito edilizio il gruppo Lowexergy studia l’applicazione dell’exergia ai sistemi impiantistici ed all’edificio. L’exergia è utilizzata anche in altri contesti incluso il comportamento energetico del corpo umano.

link: Annex 49  | Lowex

  • Pianificazione Energetica – Patto dei Sindaci

Studio degli indicatori energetici territoriale a partire da Database (DB Sace Emilia-Romagna), anche mediante sistemi GIS, al fine di elaborare degli indicatori che consentano di studiare le prestazioni energetiche degli edifici a livello territoriale ed i relativi indicatori aggregati, incluso gli impianti a fonti energetiche rinnovabili. Patto dei Sindaci

 link:  Patto Sindaci

  • Fuel povery

La fuel poverty si occupa di studiare l’impossibilità o difficoltà di pagare i costi delle bollette energetiche per le persone meno abbienti, quando il costo dell’energia incide per più del 10% del reddito. I primi studi sono stati fatti in Scozia ed Inghilterra, ai quali sono seguiti altri studi e politiche per contrastare la Fuel Poverty. La fuel poverty ha ricadute sullo stile di vita e sulle condizioni di salute.

link: FuelPoverty

  • Storia degli impianti tecnici negli edifici

Gli impianti tecnici sono testimoni della storia della tecnica e della cultura dell’uomo, sono il sistema mediante il quale è stato possibile realizzare ambienti confinati abitabili per l’uomo. Dalla tesi di laurea in poi ho studiato sui testi d’epoca l’evoluzione storica dei sistemi impiantistici, dal riscaldamento, agli impianti elettrici all’illuminazione a gas. Lo studio è rivolto sia alla loro conservazione e restauro, sia all’individuazione di un ruolo culturale che gli impianti tecnici hanno nell’ambito della storia dell’architettura.

 link:

Altri argomenti di interesse

  • Paesaggio ed energia: studio del ruolo che il consumo ed il fabbisogno di energia ha avuto sul paesaggio, incluso l’impatto delle infrastrutture energetiche, da rinnovabili e non, sul paesaggio.
  • Architettura e bambini (educazione): sono convinto che l’educazione svolga un ruolo determinante nella conservazione e modificazione del territorio e dei relativi beni culturali, ed anche per evitare le operazioni di speculazione edilizia che hanno deturpato il territorio italiano. In tal senso credo che l’educazione dei bambini al linguaggio ed alle forme dell’architettura, l’abitudine e la conoscenza del proprio territorio, così da appropriarsi, fin dai primi ricordi, di quello che di bello è presente dove si vive, costituiscono la via privilegiata per la tutela del paesaggio e dei beni culturali, tanto quanto l’azione legislativa. Se da bambini si è amato un luogo, verrà difeso dalla deturpazione.
  • Infographics: l’info-grafica è utilizzata nei giornali e nei libri per comunicare i dati con un linguaggio grafico e di immediata lettura. ho scoperto che è una vera e propria attività professionale con le sue regole, strumenti e maestri, il mio interesse riguarda i modi per esprimere, graficamente ed ad utenti non esperti, le caratteristiche energetiche, microclimatiche e fisico tecniche degli edifici. Su questo tema stiamo lavorando, con gli altri docenti, all’interno del Laboratorio di Sintesi Finale in Architettura (Dipartimento di Architettura) nell’ambito dell’elaborazione e discussione delle tesi di laurea.
  • Storia dell’architettura, dell’energia & del clima: dalla prima lettura di Reyner Bahnam “Ambiente e Tecnica nell’architettura moderna” l’interesse si è rivolto alle relazioni tra l’architettura, i dispositivi e le soluzioni che consentono di poter usare e vivere tali edifici, non come mere soluzioni tecniche (la tecnica non è la tecnica) a supporto, ma come elementi della composizione architettonica.
  • Storia della termodinamica e Storia del Comfort. Collezione e raccolta testi storici : impianti tecnici, sostenibilità, architettura bioclimatica